lunedì 25 settembre 2017

mercoledì 30 agosto 2017

Sconforto e Diabete

Che questa sia un'estate diversa dalle solite non vi è dubbio alcuno, ha fatto, anzi lo fa tutt'ora un caldo soffocante!!
Per noi diabetici la già complicata vita di misurazioni e gestione della malattia si complica notevolmente, ed io ho passato durante questo periodo un vero inferno.
Dopo  anni pensavo di sapere ormai gestire le IPO ma devo ricredermi!
Ad i primi di Agosto ho avute delle giornate dove potevo averne anche tre al giorno con valori far il 28 ed il 42, e sembrava che non si potesse riuscire a far tornare normale la glicemia nemmeno con la regola del "15" o mangiando l'intero frigorifero!
 Ho lottato con la basale senza mai riuscire a trovare un compromesso accettabile, o troppo bassa o troppo alta, ed avendo pure la neuropatia diabetica e l' ipotensione ortostatica ho trascorso momenti bui che nemmeno riesco a spiegare.
Niente di nuovo in tutto questo, chi di voi ha la mia malattia lo sa, ma allora perchè queste parole?
Scrivo per esprimere il mio sconforto più grande, nonostante stiamo vivendo nel 2017 la gente non capisce, ti sforzi di spiegare il tuo stato ma sembra che tutti siano sordi!
A volte ti senti dire: "beh in fin dei conti hai solo il diabete" oppure " dai stai su che passa!!" o peggio ancora "dovevi mangiare meno dolci da piccolo!" Non sapendo che il diabete 1 dipende da un fattore estraneo all'alimentazione.
Spero che presto arrivi il fresco per avere un pochino di pace nei valori, ci sarà sempre da lottare questo è ovvio, ma almeno lo farò sudando di meno! 

domenica 23 luglio 2017

martedì 27 giugno 2017

martedì 20 giugno 2017

venerdì 16 giugno 2017

Quello che ero...quello che sono!


Anche se sono passati diversi anni, non posso scordare l'insorgere della malattia con il carico di incertezze che si portava dietro.
Le prime misurazioni, le prime pastiglie, la paura dell'ignoto che provoca una malattia cronica, non è stato facile capire quello che mi stava accadendo, avevo importanti sbalzi d'umore ed ero divenuto antipatico perfino a me stesso.............
Dopo pochissimi mesi il passaggio all'insulina, affrontare il demone aghi, di cui avevo una paura allucinante non è stato come bere un bicchier d'acqua, ma con calma e raziocinio è stato sconfitto anche lui.
Il devastante però si è evidenziato alle prime importantissime ipoglicemie, li ero veramente sopraffatto da ciò che mi stava accadendo, mi sembrava di morire, non capivo come dovevo agire per tornare lucido e presente. il cuore che batteva all'impazzata, un sudore non convenzionale scendeva lungo la schiena, ma siamo riusciti a gestire anche questo............
Poi il passaggio al Microinfusore(che sia benedetto) da quattro iniezioni al giorno si passava ad un buco ogni tre per fissare il catetere, sperimentazioni con boli e basale, conteggio dei carboidrati e correzioni in corsa, ed ora il mio compagno di avventura è divenuto insostituibile...........
Detto questo non sono più quello di anni fa, ma sono cresciuto come uomo e come individuo, mi piace poter aiutare chi si trova a dover ripercorrere il mio cammino, parlare delle mie esperienze e delle mie sensazioni, perchè come dico sempre, sono si malato ma non sono la malattia, ovvero in questo corpo zuccherino c'è sempre una persona che non dimentica che 24/24 ore deve lottare con i suoi valori sballati, ma che nonostante tutto è ancora utile a se stesso, ai suoi familiare, e un pochino al Mondo intero!